Il mosaico di Andreina

eravamo1   dscf1113s

Nel 1967 sorge ad Indicatore paese alle porte della città di Arezzo la Chiesa dedicata allo Spirito Santo opera dell’architetto Fornasari, una struttura architettonica  suddivisa in tre navate a forma di parabola costruita in cemento armato e mattoni, il disegno lineare riflette il periodo storico in cui è stata costruita
Il parroco Don Santi Chioccioli   , affida ad una giovane artista Andreina Giorgia Carpenito  nel 1996 i progetto artistico  che  vorrebbe trasformare  una struttura fredda e troppo lineare in  un luogo accogliente  e atto alla preghiera.


iconapiatti Alcuni dei piatti di vetro, tutti numerati, autenticati e realizzati con particolari del mosaico in progetto che andrà a ricoprire la pavimentazione della parte interna ed esterna della Chiesa dello Spirito Santo per una superficie di oltre 1200 mq.

Read More

Leggi tutto...

iconauova

A sostegno di questa importante iniziativa attraverso eventi che vedranno il progetto in itinere in Italia ed all’estero saranno realizzate al fine della raccolta fondi per la completa realizzazione del più Grande Mosaico Europeo tramite la messa in vendita di un numero limitato di “Uova di struzzo”, dipinte e incise a mano piatti in vetro e tartarughe giganti tutti numerati, autenticati e realizzati dall’artista stessa, con particolari del mosaico.

Leggi tutto...

Sempre con la  tecnica utilizzata per le vetrate dell'abside sono state realizzate le vetrate basse che circondano perimetralmente la chiesa con uno sviluppo di  80 mq di superficie dipinta, suddivisa in finestra , ed ognuna di queste descrive uno dei giorni della creazione del mondo , nei "mosaici dipinti" a fuoco singolare è il 7° giorno dove a compimento della sua opera Dio si riposa sognando ciò che ha creato, ed immagina pesci che varcano il cielo e uccelli che nuotano.

alt

Vetrate dedicate alla TRINITA' , dipinte con colori al piombo, mq 80, realizzata nel 2004 nella Chiesa dello Spirito Santo, Indicatore, Arezzo.

Leggi tutto...

Chi lo direbbe che Indicatore nasconde un tesoro artistico che in futuro potrebbe diventare una meta di grande attrazione per gli amanti dell’arte contemporanea?

Leggi tutto...

alt
alt
_dsc3999

I lavori di ristrutturazione procedono parallelamente a quelli artistici. Nel 2001 don Santi recupera un corridoi tra la chiesa e la canonica allora esterno e lo trasforma in in una cappella per le messe feriali dove Andreina  interverrà all’interno con 5 dipinti su tavola  ed una vetrata dedicata all’incontro con Gesù.


hpim1153

Dopo l’intervento artistico nella parte interna della chiesa, ad Andreina Giorgia Carpenito viene affidata un’altra opera molto importante , l’abbellimento esterno della facciata inaugurata quasi due anni dopo, nel 2006.L’opera che descrive l’Apocalisse di San Giovanni viene interpretata dall’artista con un bassorilievo che ha richiesto l’utilizzo di 80q di comune creta rossa istoriata con terra policroma e suddivisa in 240 formelle di cui alcune dal peso di 90kg. Al centro viene descritto il bene con la Gerusalemme celeste hai lati il male e nella parte alta che spezza orizzontalmente la linearità della facciata delle onde che rappresentano il battesimo.

Altri articoli...

Pagina 1 di 5

Inizio
Prec.
1

Eventi

Banner

Questo sito utilizza cookies per funzionare al meglio e rendere più fluida la vostra navigazione. I cookies utilizzati per la navigazione essenziale del sito sono già stati attivati. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information